L’escursione nell’universo rosa di Terry Schiavo e Cristina Badialetti

Nato durante il primo lockdown, il libro è un’escursione nell’universo rosa senza la paura di essere giudicate: “Noi donne siamo resilienti per natura, tutte lo siamo”

“La vera bellezza di noi donne – scrivono Terry Schiavo e Cristina Badialetti nella prefazione del libro – è strettamente legata a come stiamo con noi stesse, al rapporto che abbiamo col nostro corpo, con i nostri pensieri e con le nostre emozioni. La critica è alla base del nostro essere donna, ma deve essere costruttiva e costruire, mattone dopo mattone, il nostro io con consapevolezza”. 

Capitolo dopo capitolo, la lettrice riconoscerà l’amica, la mamma, la collega o la vicina di casa nelle storie raccontate in questo “manuale” di scorrevole lettura, ma non “superficiale”. Perché molte donne, non sono mai contente e soddisfatte di come sono. Anelano sempre alla perfezione ed è questo loro desiderio innato, sommato alle immagini di perfezione che dilagano sui social media e in tv, che le portano a una sorta di cronica insoddisfazione. 

Già per natura dotate di una bassissima autostima, salvo poche eccezioni, molte hanno visto crescere il loro senso di inadeguatezza, durante i lockdown e la pandemia, con cui tutti abbiamo dovuto fare i conti. In molti casi, l’isolamento ha acuito l’insoddisfazione latente. L’obiettivo di questo libro è affrontare con leggerezza i peccati e trasformarli in opportunità di crescita e spingere all’accettazione del sé. Solo così si può veramente essere felici, nonostante i pregi e i difetti… e perché no i propri peccatucci.

Due domande alle autrici – Nessuno è esente da qualche vizio o “peccato” quali sono i vostri e quali detestate negli altri, uomini e donne che siano?

Terry: 
In passato ho peccato di gola, tanto che ho avuto problemi col cibo. Sono stata fortunata, perché ho trovato la forza di comprendere che avevo un problema e sono uscita dalla bulimia. Di sicuro non tollero l’invidia e, soprattutto, l’avarizia di sentimenti, un danno per chi è avaro, ma anche per le persone che lo circondano. 
Cristina: Sono d’accordo con Terry, non sopporto l’invidia e, anch’io ho peccato di gola, ma non in senso patologico. 

Perché avete deciso di affrontare il tema dell’accettazione al femminile?
Terry: In questo periodo si parla molto di resilienza. Io sono convinta che noi donne siamo resilienti per natura, tutte noi, lo siamo. Magari senza saperlo. Credo che una maggiore consapevolezza di sé e nelle nostre capacità, ci porterebbe ad essere meno critiche verso noi stesse e più felici. La nostra speranza è che questo “manualetto” possa essere utile.
Cristina: Non è un libro solo per le donne. Anche gli uomini potrebbero trovare interessante comprendere come vediamo il mondo e affrontiamo le nostre insicurezze. Potrebbe aiutarli a comprendere meglio le donne della loro vita.

Come è nata la scelta di devolvere parte del ricavato in beneficenza?
Terry e Cristina: 
Durante questi mesi di pandemia molte famiglie sono andate in difficoltà economicamente. Abbiamo deciso di fare la nostra parte, seppur piccola: destineremo parte del ricavato della vendita di ogni libro all’acquisto di pacchi alimentari per i nuclei familiari milanesi, che non riescono ad arrivare a fine mese.

SBC Edizioni
I sette peccati capitali delle donne
Terry Schiavo e Cristina Badialetti
Pagine 84
€ 12

In vendita già su amazon dove è già sold out, si può trovare in Mondadori e Feltrinelli.

Le due autrici – Terry Schiavo, classe 1970, moglie, giornalista dal 2010, fonda insieme a Cristina la TSV Team agency di social media marketing & events planner, nata dall’idea di promuovere le eccellenze, l’arte, la cultura e tutte le realtà virtuose italiane. Ama leggere e cucinare per la sua dolce metà.  Amministratrice locale molto impegnata nel sociale con una passione sfrenata per lo sport, ha un amore infinito per gli animali e un’intolleranza cronica per le menzogne e la cattiveria gratuita. È al suo terzo libro.

Cristina Badialetti, nata e cresciuta a Milano, città che adora e che non lascerà mai. Fidanzata con il suo Camillo, va matta per le sue due gatte e i cagnolini, Bubi e Bo. Insieme a Terry Schiavo guida la TSV Team agency di social media marketing & events planner.

0