Il primo Ospedale antimalarico d’Italia fu costruito a Nao Jonadi che interessò molto il Governo Russo.

A Nao, vicino Jonadi (tra Vibo Valentia e Mileto), per interesse del Vescovo di Mileto Giuseppe Morabito (1858-1923), fu costruito il Sanatorio Antimalarico vocato a San Francesco Saverio inaugurato il 12 aprile 1906. Seppure funzionante già da una settimana, rispetto alla data di inaugurazione. ” Il mio Sanatorio Antimalarico – scrive Mons. Morabito – fu il primo aperto in Italia, e quando nel 1909 il Governo di Russia ne chiese notizie al nostro Governo …..fui io che detti all’Ambasciata di Russia le chieste spiegazioni.”
Il servizio sanitario fu affidato ad un medico chirurgo con le funzioni di direttore il Dottor Taccone (Ufficiale medico della Croce Rossa Italiana)…..L’Ospedale di Nao divenne ben presto il centro ospedaliero antimalarico di riferimento nazionale e internazionale….. La struttura di Nao rimase aperta fino al 1923.
Presso questo ospedale, per la sua alta specializzazione nella cura della malaria, furono ricoverati francesi, americani, russi, gente da ogni parte d’Italia.

PER UN MAGGIORE APPROFONDIMENTI G. Cinquegrana; La grande storia della medicina vibonese, 2019 – Libritalia editore.

0