AUDIZIONE V COMMISSIONE PERMANENTE SANITA’ E SICUREZZA SOCIALE REGIONE CAMPANIA

IL TECNOLOGO ALIMENTARE A SUPPORTO DEL COMPARTO SANITARIO

Il Tecnologo Alimentare riveste ufficialmente il ruolo di professionista abilitato ad esprimere competenze di tipo tecnico e legislativo in termini di qualità, sicurezza e sostenibilità dell’intero comparto agro-alimentare ed è la figura professionale chiave per garantire la complessità dei processi produttivi con lo scopo di portare ogni giorno sulle tavole dei cittadini alimenti sicuri.
A tutela del consumatore, la legislazione definisce gli standard relativi la trasformazione con il fine di prevenire danni alla salute dei consumatori, le frodi e nel contempo garantire una maggiore qualità della produzione.
I danni alla salute possono provenire da errate o carenti tecniche di trasformazione (processi) da condizioni operative carenti sotto l’aspetto igienico-sanitario e/o dall’aggiunta di sostanze nocive. Il legislatore, attraverso un ampio e specifico pacchetto normativo, mira a garantire che questi rischi siano ridotti al minimo definendo parametri restrittivi, regolamentando l’esercizio delle attività di trasformazione attraverso i sistemi di controllo delle autorità sanitarie (AA.SS.LL.).
Il Servizio di igiene degli alimenti e della nutrizione (SIAN), nell’ambito del Dipartimento di Prevenzione delle aziende sanitarie locali è una struttura complessa del Dipartimento di Prevenzione deputata al controllo ufficiale dei prodotti alimentari e dei requisiti strutturali e funzionali delle imprese di produzione, preparazione, confezionamento, deposito, trasporto, somministrazione e commercio dei prodotti alimentari e bevande oltre che alla verifica preliminare della realizzazione e/o attivazione e/o modifica di imprese di produzione, preparazione, confezionamento, deposito, trasporto, somministrazione e commercio di prodotti alimentari e bevande. L’incremento del livello di sicurezza dei prodotti alimentari può essere garantito dalla focalizzazione dell’attenzione sulla riduzione delle possibilità di contaminazione in ogni fase della produzione con il supporto dei Tecnologi Alimentari.
La discussione è stata svolta stamattina in V Commissione Sanità e Sicurezza Sociale della Regione Campania nel corso di un’audizione con il Presidente dei Tecnologi Alimentari di Campania e Lazio Salvatore Velotto, il Presidente della suddetta Commissione Stefano Graziano e i Consiglieri Regionali Ermanno Russo e Sommese. La tutela dei consumatori deve essere il primo obiettivo per chi opera negli organismi pubblici deputati al controllo della sicurezza alimentare. Di qui la necessità per la Campania di adeguarsi alla normativa vigente per garantire i propri cittadini. I membri della suddetta Commissione chiederanno alle AA.SS.LL. di effettuare una ricognizione ed inserire nelle Direzioni tecniche dei propri organici la figura professionale del Tecnologo Alimentare.

Dr Salvatore Velotto
Presidente Ordine dei Tecnologi Alimentari di Campania e Lazio

0